Spedizione gratuita
Consegna veloce
Paga in contanti alla consegna
Sconti automatici nel carrello

Miglior integratore ferro naturale

Qual è il miglior integratore di ferro naturale? 

Un argomento particolarmente dibattuto e al quale si rivolge oggi una grande attenzione riguarda gli integratori di ferro naturali. Soprattutto le donne sono molto sensibili a questo tema, dal momento che alcune di esse soffrono di una condizione conosciuta come anemia: questa condizione è caratterizzata da sintomi principali quali stanchezza e debolezza, i quali sono dovuti nella maggior parte dei casi ad una riduzione delle riserve di ferro nel sangue

Qual è il migliore integratore di ferro disponibile in commercio? In questo articolo cercheremo di rispondere in modo esaustivo a questo quesito, consigliandovi nella fase di acquisto e chiarendo alcuni aspetti specifici. 

Integratori di ferro cosa sono 

Gli integratori di ferro sono dei prodotti che vengono comunemente utilizzati dai nutrizionisti e dai professionisti di salute e alimentazione per curare l’anemia. Al di là dei medici e degli esperti del settore dell’alimentazione, sono pochissime le persone che conoscono benefici e segreti di questi interessantissimi integratori alimentari. 

L’utilizzo degli integratori di ferro risale all’anno 1832, quanto il medico francese Pierre Blaud, decise per la prima volta di utilizzare questi prodotti. Da allora in avanti gli integratori di ferro hanno iniziato ad essere utilizzati principalmente come trattamento per contrastare la carenza alimentare più diffusa nel pianeta, ovvero l’anemia sideropenica o anemia da deficit di ferro

Ferro, che cos’è  

Il ferro è un metallo molto diffuso sul nostro pianeta che rappresenta in percentuale il 5 per cento della crosta terrestre. Da un punto di vista nutrizionale il ferro è indispensabile (assunto in piccole quantità) per il funzionamento del nostro corpo: le cellule del nostro organismo controllano in modo rigoroso l’assorbimento di ferro, la regolazione e il metabolismo. 

Il ferro è un elemento che potremmo definire fondamentale per alcuni processi della biologia umana. L’importanza di questo minerale è la sua capacità di operare determinate reazioni chimiche, costituendo la parte essenziale di due proteine deputate alla circolazione di ossigeno e sostanze nutrienti, quali la mioglobina e l’emoglobina. 

Riserve di ferro in una persona adulta 

In una persona adulta sono presenti riserve di ferro che oscillano rispettivamente tra 1 e 3 grammi. E’ tuttavia bene precisare che l’azione del metabolismo cellulare riduce quotidianamente una parte di ferro immagazzinata dall’organismo. 

Molto interessante il fatto che nelle donne in età fertile, le perdite quotidiane di ferro sono ancora maggiori rispetto a quelle che caratterizzano gli uomini. 

A tal proposito la dose raccomandata di ferro per reintegrare le perdite è di rispettivamente: 

  • 0,3 mg/gg per neonati fino a 6 mesi di età
  • 11 mg/gg per bambini fino a 12 mesi di età
  • 7 mg/gg per bambini da 1 a 5 anni di età
  • 10 mg/gg per bambini da 6 ad 11 anni di età
  • 11 mg/gg per adolescenti maschi da 12 a 18 anni di età
  • 15 mg/gg per adolescenti femmine da 12 a 18 anni di età
  •  8 mg/gg per uomini adulti dai 18 ai 99 anni di età
  • 18 mg/gg per donne adulte in età fertile 
  • 27 mg/gg per donne incinte
  •  9 mg/gg per donne che allattano 
  •  8 mg/gg per donne in post-menopausa o senza mestruazioni 

Come si nota dalla tabella la quantità di assunzione di un integratore di ferro per donne in gravidanza è particolarmente elevato. 

Sintomi provocati dalla carenza di ferro 

Una carenza di ferro nel nostro organismo è in grado di influenzare negativamente tutti quei processi che dipendono da questo importante minerale ed in particolare la formazione di emoglobina. Quando quest’ultima riduce la sua sintesi, il numero dei globuli rossi cala conseguentemente: la patologia che ha origine da questo brusco calo dei globuli rossi è definita anemia sideropenica

Sintomi anemia sideropenica 

Ecco di seguito elencati i principali sintomi che caratterizzano l’anemia sideropenica. 

  • Mal di testa: il trasporto di ossigeno e di nutrienti al cervello è compromesso dalla mancanza di ferro e per questa ragione il soggetto presenta ricorrenti cefalee.
  • Difficoltà di concentrazione: anche in questo caso la diminuzione di ossigenazione cerebrale può rendere difficile la concentrazione nelle fasi di studio e di lavoro 
  • Pallore: Un deficit di ferro nel nostro organismo e conseguentemente di emoglobina rende la pelle più pallida. 
  • Stanchezza ed affaticamento: presente in attività che normalmente non necessitano di alcuno sforzo importante. La stanchezza ingiustificata rappresenta certamente uno dei primi sintomi di questo tipo di anemia. Per via della riduzione dell’emoglobina i tessuti del nostro corpo ricevono una minor quantità di sangue e tendono ad affaticarsi con grande facilità.
  • Capelli e unghie particolarmente fragili: la mancanza del normale apporto sanguigno ai tessuti, renderà i capelli e le unghie particolarmente fragili e deboli. I capelli in particolare tenderanno a perdere la loro naturale lucentezza. In alcuni casi se l’anemia è particolarmente grave ed avanzata i capelli possono addirittura cadere. Per quanto concerne le unghie, esse tenderanno a rompersi con estrema facilità, assumendo al contempo un particolare aspetto concavo. 
  • Stato di nervosismo, irrequietezza ed ansia: la mancanza del giusto apporto sanguigno ai tessuti provoca spesso uno stato di ansia e nervosismo costante. 
  • Indebolimento del sistema immunitario, che per un corretto funzionamento necessita del giusto apporto di ferro. In questa condizione le infezioni come raffreddori e gastroenteriti sono più frequenti. 
  • Desiderio di mangiare cose strane: una carenza di ferro nel nostro organismo può suscitare la voglia di mangiare strane cose come ghiaccio, terra, argilla, o ancora gesso o calce delle pareti. In questo modo il nostro corpo cerca di recuperare in parte il minerale del quale ha bisogno. 

Anemia sideropenica grave 

Ecco di seguito la sintomatologia relativa ai casi di anemia sideropenica grave.

  • Palpitazioni e ritmo cardiaco accelerato: il cuore cerca di compensare il calo di emoglobina nel sangue, aumentando i battiti. L’aumento dei battiti cardiaci comporta un incremento della velocità con la quale il sangue raggiunge i tessuti del corpo, provocando così tachicardia e palpitazioni.
  • L’anemia sideropenica grave in alcune persone può determinare uno stato di debolezza ed inappetenza. Consumando meno cibo aumenterà l’anemia, andando a creare un circolo vizioso.
  • Sindrome delle gambe senza riposo: l’anemia sideropenica dà luogo a questa spiacevole condizione di un perenne formicolio delle gambe durante le ore notturne. Le gambe sono caratterizzate da un singolare fastidio dal quale l’unico sollievo momentaneo è compatibile con il movimento delle gambe.
  • Riduzione della crescita in bambini e in adolescenti: il giusto apporto di ferro è indispensabile per la crescita di bambini ed adolescenti. Se l’anemia sideropenica non viene curata in tempo, essa è in grado di attentare alla crescita dei bambini. 
  • Neonati con peso scarso: è stato ampiamente dimostrato che le gestanti con anemie sideropeniche gravi danno alla luce bambini caratterizzati da un peso minore e con maggior possibilità di complicazioni, rispetto ai bambini nati da donne sane. Un’anemia sideropenica lieve non è invece motivo di preoccupazione per le donne incinte

I migliori integratori di ferro  

E’ possibile acquistare gli integratori di ferro in farmacia, oltre che nei negozi specializzati nella vendita di questi prodotti, fisici e online. Vediamo quali sono i migliori integratori di ferro utilizzati in ambito sportivo e nella vita di tutti i giorni. 

Un integratore di ferro e vitamina C di qualità è certamente Ferrolin C: trattasi di un integratore alimentare a base di ferro, vitamina C, Acido Folico (Folato) e vitamina B 12. Ferrolin C è un integratore utile ad apportare un’ottima quota di nutrienti in persone con carenze alimentari o nelle quali vi è un aumentato fabbisogno organico. Questo integratore è in grado di sostenere il nostro organismo in numerose funzioni organiche fondamentali. 

Altro integratore di ferro di ottima qualità è Sideral Forte. Quest’ultimo è un integratore alimentare formulato appositamente per colmare le carenze e/o un aumentato fabbisogno di ferro e vitamina C. Sideral Forte è un integratore di ferro molto efficace nel trattamento delle anemie. Questo integratore in capsule è caratterizzato da una speciale formulazione a base di ferro e vitamina C, in grado di favorire il naturale benessere del nostro organismo. 

Tra gli integratori particolarmenti adatti a contrastare la carenza di ferro vi è Floradix Ferro: trattasi di un integratore naturale a base di ferro, particolarmente completo, equilibrato ed altamente digeribile. Floradix non è semplicemente un integratore di ferro, dal momento che contiene nella sua formulazione vitamina C e vitamine del gruppo B. Proprio grazie alla sua particolare formulazione questo integratore è in grado di fornire all’organismo un completo apporto di energia: Floradix è particolarmente indicato per tutte quelle persone che necessitano di recuperare forza e vitalità così da affrontare la vita di tutti i giorni nel modo migliore. 

Alimenti particolarmente ricchi di ferro 

Da ultimo ecco alcune indicazioni sugli alimenti particolarmente ricchi di ferro ed indicati per persone che presentano una carenza nel proprio organismo di questo importante minerale.  

Tra gli alimenti di origine animale e vegetale particolarmente ricchi di ferro vi sono le vongole, il fegato di vitello ed in generale le interiora, le sardine in scatola, la carne rossa di maiale, e ancora la carne di tacchino, gli spinaci, i semi di zucca, le lenticchie, il cioccolato fondente, la quinoa ed il tofu. 

 

Categories